Augusto Pinochet.

Augusto José Ramón Pinochet Ugarte (Valparaíso, 25 novembre 1915Santiago del Cile, 10 dicembre 2006) è stato un generale, politico e dittatore cileno. Con un golpe militare si autonominò presidente e governò il paese come dittatore dall’11 settembre 1973 all’11 marzo 1990; durante la sua dittatura militare venne attuata una forte repressione dell’opposizione, ritenuta un vero sterminio di massa, con l’uccisione di circa 3000 oppositori politici – 2279 è una delle cifre, 3197 la cifra ufficiale – su 130.000 arrestati in maniera arbitraria, e sistematiche violazioni dei diritti umani, anche se c’è chi sostiene che i morti furono invece più di 40.000, comprese le sparizioni forzate, con 600.000 tra arrestati e torturati.
Generale dell’esercito, di orientamento fortemente conservatore, guidò un governo considerato ultramilitarista e reazionario anche se distante dai fascismi storici, nonostante la definizione di simpatizzante o appartenente a tali regimi, data da molti oppositori. Pinochet arrivò al potere a seguito del golpe del 1973, inizialmente sollecitato da parte del Parlamento: il colpo di Stato militare – appoggiato da Stati Uniti, nelle persone di Richard Nixon ed Henry Kissinger, in funzione anticomunista – e da esponenti di ceti elevati cileni, rovesciò il legittimo governo del Presidente socialista Salvador Allende, il quale perse la vita nel golpe. Attuò una politica economica fortemente liberista, con l’assistenza di un gruppo di giovani economisti cileni, guidati da José Piñera, detti Chicago boys, poiché formati a Chicago da Milton Friedman. Per alcuni questa politica durante il periodo di Pinochet, provocò una grande crescita economica, il cosiddetto miracolo del Cile. Un referendum nel 1988 mise fine alla dittatura, lo costrinse ad avviare la transizione, e reintrodusse la democrazia con libere elezioni nel 1989. Lasciò ufficialmente il potere solo nel 1990, rimanendo però capo delle forze armate fino al 1998. Divenne poi senatore a vita, godendo dell’immunità parlamentare. Arrestato nel Regno Unito su mandato del governo spagnolo per la sparizione di cittadini iberici e accusato di crimini contro l’umanità, di corruzione ed evasione fiscale, non fu però mai condannato per motivi di salute: rientrò in Cile, dove riuscì ad evitare i processi e dove morì nel 2006. Il suo governo coincise con l’inizio della maggioranza delle sanguinose dittature militari in Sud America, come quella della confinante Argentina, con cui Pinochet rischiò anche una guerra per contrasti di confine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...