Quando la dama non è chic.

Siamo davvero sicuri che le donne abbiano una capacità di discernimento e gestione del potere (quando lo detengono) migliore degli uomini? Ultimamente c’è da avere qualche dubbio considerando l’orgia di affermazioni inutili, cretine, mortificanti provenienti da alcune più o meno importanti esponenti del gentil sesso.

Si va dalle dichiarazioni ministeriali fino a quelle di starlettes che non si limitano più ad affollare i rotocalchi ma oramai anche i paludati giornali politici. Ruoli, spessori, diversi ma parole rappresentative di una evidente volontà di strafare.

C’è l’imbarazzo della scelta: l’onnipresente ministra Fornero fa sapere ai sindacati di non illudersi perché tanto non “ci sarà una paccata di miliardi” per la riforma del mercato del lavoro. La stessa Fornero dice che non bisogna assolutamente fare alcuna concessione sul reddito di cittadinanza perché altrimenti “il Paese si siederebbe a mangiare la pastasciutta.

Interessante anche l’uscita della ministra agli interni Cancellieri: i giovani italiani vogliono il posto fisso e pure vicino a mamma e papà. Peccato solo che la suddetta non paia essere la persona più adatta per fare morali di questo tipo dato che da prefetto (quindi da alto funzionario statale) ha sempre privilegiato del posto fisso.

Naturalmente non ci si può scordare dell’ultrarecidiva ex presidentessa di Confindustria Emma Marcegaglia per la quale i sindacati difenderebbero i ladri e i pelandroni”. Non contenta non si lascia sfuggire l’opportunità di rincarare il concetto espresso dalla Fornero: “per voi (lavoratori) niente miliardi ma solo paccate.

Che dire, poi, di Lucia Annunziata che – in merito alle recenti polemiche sanremesi – si dichiara disposta a difendere Celentano anche nel caso in cui “avesse detto che i gay devono andare al campo di sterminio?

In pratica c’è da restare sorpresi per il linguaggio pecoreccio, truculento, usato da queste potenti signore, così come per la stupidità (nel merito) delle loro dichiarazioni.

Scendendo un poco di grado arriviamo agli esibizionismi di alcune prezzemoline, starlettes, attricette che affollano la nostra decadente realtà cinematografico/televisiva. Abbiamo quindi scoperto dal Corriere della Sera che Melissa Satta fa sesso 10 volte alla settimana con il calciatore Boateng (ovviamente spiega anche come) mentre – sempre dal giornale di via Solferino – Laura Chiatti precisa che “anche lei lo fa 10 volte alla settimana”, senza però dare indicazioni sul fortunato.

Insomma, che sta succedendo? E soprattutto che succede al Corriere della Sera?
(A proposito, le vendite sembrano essere al ribasso…)

Annunci

8 comments

  1. e della Fornero ne ho sentita un'altra stasera, una roba del tipo "se si abolisce l'art. 18 l'Italia diventa un paese più attrattivo per le imprese estere", dimenticando che abbiamo la fiscalità più alta in Europa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...